fun

[ Salta al contenuto della pagina ]

Access key definite:
Vai alla pagina iniziale [H]
Vai alla pagina di aiuto alla navigazione [W]
Vai alla mappa del sito [Y]
Passa al testo con caratteri di dimensione standard [N]
Passa al testo con caratteri di dimensione grande [B]
Passa al testo con caratteri di dimensione molto grande [V]
Passa alla visualizzazione grafica [G]
Passa alla visualizzazione solo testo [T]
Passa alla visualizzazione in alto contrasto e solo testo [X]
Salta alla ricerca di contenuti [S]
Salta al menù [1]
Salta al contenuto della pagina [2]

Sezione contenuti:

[ Salta al menù ]

Dettaglio procedura

Questa funzionalità permette di visualizzare i dati della procedura selezionata, compresi i documenti relativi al bando, ovvero ai documenti che sono richiesti ai concorrenti. Premendo il pulsante "Lotti" si accede alle informazioni di dettaglio dei lotti facenti parte della procedura.
CONTENUTO AGGIORNATO AL 21/03/2024

Sezione Stazione appaltante

Comune di Bernalda
Tataranno Marco

Sezione Dati generali

Servizi di caratterizzazione del litorale di Metaponto - CIG : A04505A7CA - CUP : H84D21000050006
Servizi
Procedura aperta
Offerta economicamente più vantaggiosa
400.000,00 €
400.000,00 €
29/12/2023
12/02/2024 entro le 12:00
05/02/2024
06/02/2024
G00174
In aggiudicazione

Sezione Documentazione richiesta ai concorrenti

Busta amministrativa
Busta tecnica
  • Offerta tecnica
  • Relazione di cui all'art. 16 criterio 1 del disciplinare di gara
  • Relazione di cui all'art. 16 criterio 2 del disciplinare di gara
  • Relazione di cui all'art. 16 criterio 3 del disciplinare di gara
Busta economica
  • Offerta economica

Sezione F.A.Q.

Sezione Comunicazioni della stazione appaltante

  • Pubblicato il 21/03/2024
    Comunicazione seduta pubblica - Si comunica che il giorno 25 marzo 2024 alle ore 15:30 si terrà la seduta pubblica nella quale la commissione di gara procederà all'apertura delle buste contenenti le offerte tecniche per la verifica del contenuto delle medesime
  • Pubblicato il 08/03/2024
    Comunicazione seduta pubblica di gara - Si comunica che la seduta di gara già prevista per il giorno 6 marzo 2024 alle ore 12:00 è stata rinviata al giorno 12 marzo 2024 ore 11:00
  • Pubblicato il 01/03/2024
    Comunicazione seduta pubblica di gara - Si comunica che il giorno 6 marzo 2024 alle ore 12:00 si terrà una nuova seduta pubblica di gara
  • Pubblicato il 20/02/2024
    Comunicazione spostamento prima seduta pubblica di gara - Si comunica che la prima seduta pubblica di gara è rinviata al giorno 1 marzo 2024 alle ore 10:00
  • Pubblicato il 06/02/2024
    Risposta a quesiti 27 - QUESITO 27 Nella domanda di partecipazione, in relazione alla parte in cui si chiede all'operatore economico di dichiarare le attività da subappaltare, cosa si intende per "---a qualificazione NON obbligatoria a prescindere dal possesso della relativa qualificazione" e come dovrebbe essere compilata la tabella, considerando che l'unica categoria di lavori per cui si richiede la certificazione è la OS20B? lavori che, per l'appunto, verranno completamente subappaltati? RISPOSTA QUESITO 27 L'indicazione contenuta nella domanda è puramente formale, poiché nel caso di specie non ci sono categorie di lavori a qualificazione non obbligatoria. Pertanto, nel caso in cui l'operatore economico sia qualificato nella categoria OS20B e voglia subappaltare in tutto o in parte tali lavorazioni deve compilare la tabella a sinistra. Nel caso, invece, l'operatore economico non sia qualificato nella categoria OS20B dovrà compilare la parte del modello relativa al "subappalto qualificante"
  • Pubblicato il 06/02/2024
    Risposta a quesiti 26 - QUESITO 26 In merito agli accessi dei mezzi d'opera in aree dove non sono presenti strade che permettano l'accesso alla spiaggia o che necessitano di autorizzazioni/permessi demaniali o forestali, in capo a chi ricadono oneri e competenze della gestione? RISPOSTA QUESITO 26 E' onere della stazione appaltante
  • Pubblicato il 05/02/2024
    Risposta a quesiti 25 - QUESITO 25 1)Viste le discrepanze di quantità di campioni da prelevare tra CSA e relazione per i sedimenti, e vs risposta ad un quesito di seguire il CSA, vi chiediamo conferma se occorre seguire invece la relazione tecnica per i dettagli delle attività analitiche da fare (in quanto nella relazione vengono specificate anche delle sezioni su cui fare solo specifiche attività, vedasi le diossine con % diverse rispetto al CSA, ecc). 2)Si chiede di specificare come devono essere fatti i sondaggi per prelievo dei sedimenti, se tramite trivella manuale così come quotato nell'elenco prezzi o tramite direct push in modalità dual tube come indicato nella relazione. 3)si chiede di specificare quale diametro si deve andare a istallare dal momento che nell'elenco prezzi viene riportato un diametro da 1,5 a 3 pollici mentre nella relazione da 4 pollici, con un rivestimento provvisorio di 178 mm. 4)Come vengono computati -il rilievo di GPS -spurgo -trasporto e smaltimento rifiuti citati nella relazione ma non riportati nell'elenco prezzi. RISPOSTA A QUESITO 25 1)Ci si rimette ai documenti di gara ed a quanto, a riguardo, già precisato nella risposta ai quesiti 14 e 15; 2)I sondaggi per prelievo sedimenti saranno eseguiti tramite trivella manuale, come da computo metrico; 3)Ci si rimette alla risposta già fornita al quesito 10; 4)Il rilievo GPS sarà compensato con le voci di computo metrico previste in progetto secondo le direttive del direttore per l'esecuzione. Eventuali oneri per spurghi ed attività correlate saranno a carico della stazione appaltante.
  • Pubblicato il 05/02/2024
    Risposta a quesiti 24 - QUESITO 24 Si chiedono chiarimenti in merito a seguenti punti, in particolare come verranno compensate le seguenti attività di cui non si trova riscontro nel computo metrico: a) Il capitolato speciale d'appalto al punto 7 descrive le modalità di custodia del cantiere. Non si trova riscontro di questa voce all'interno del computo metrico estimativo. b) La prima voce del cronoprogramma prevede "Apprestamento area di cantiere, montaggio recinzione, baracche e wc", ma il computo metrico non riporta voci relative al posizionamento della recinzione. c) Il computo non prevede voci economiche per la gestione dei rifiuti che saranno prodotti in cantiere: acque di spurgo (definiti al punto 12.3.2 del capitolato speciale d'appalto) e materiale residuo rinvenente dai sondaggi (prescrizione n. 2.16 della Conferenza dei servizi). d) Il computo non prevede voci economiche per effettuare la ricerca di sottoservizi, attività definita al punto 12.1 del capitolato speciale d'appalto. Inoltre, dal momento che la documentazione tecnica non definisce le modalità con cui installare e via via riposizionare la rete di cantiere, si chiedono specifiche al riguardo. RISPOSTA A QUESITO 24 a)La custodia del cantiere è un onere dell'appaltatore; b)I compensi per tali voci sono previsti nel computo metrico estimativo dei costi per la sicurezza; c)Eventuali oneri per spurghi ed attività correlate saranno a carico della stazione appaltante; d)La ricerca di eventuali sottoservizi non è posta a carico dell'appaltatore; e)L'installazione degli apprestamenti di cantiere avverrà secondo le indicazioni del direttore per l'esecuzione.
  • Pubblicato il 05/02/2024
    Risposta a quesiti 23 - QUESITO 23 Essendo il criterio dei parametri prioritari mutuato dal DM 7.11.2008 inerente i sedimenti marini e non le acque (caso specifico granulometria ad esempio, si chiede conferma che tali parametri siano richiesti accreditati per la sola matrice sedimenti RISPOSTA A QUESITO 23 E necessario l'accreditamento anche per la matrice acque.
  • Pubblicato il 05/02/2024
    Risposta a quesiti 22 - QUESITO 22 1) Con riferimento a quanto indicato a pag. 22 del CSA, ovvero [] Ad ogni modo l'attività preliminare di materializzazione a terra delle celle elementari, dei singoli punti di campionamento nonché degli eventuali transetti è propedeutica a alla richiesta di eventuali pareri ed eventuali autorizzazioni definitive allesecuzione delle indagini, nonché allesecuzione della Bonifica Ordigni Bellici (BOB).[] si chiede di confermare che l'esecuzione della Bonifica Ordigni Bellici sia un refuso in quanto non compresa tra le attività di cui al CME. 2) A pag. 28 del CSA viene riportato quanto di seguito [] Non saranno ammessi risultati di analisi emessi in forma di rapporto di analisi e non di Certificato di analisi []. Questa dicitura non risulta conforme a quanto indicato dalla norma europea Requisiti generali per la competenza dei laboratori di prova e taratura UNI CEI EN ISO/IEC 17025 del gennaio 2018 la quale riporta, allart. 7.8.1.2, quanto segue [] I risultati devono essere forniti in modo accurato, chiaro, univoco e oggettivo, generalmente mediane un rapporto (per esempio un rapporto di prova o un certificato di taratura o un rapporto di campionamento e devono comprendere tutte le informazioni che sono state concordate con il cliente e necessarie per linterpretazione dei risultati, []. In considerazione di quanto sopra esposto e visto che il servizio richiesto dalla presente procedura debba essere conforme agli standard della norma ISO 17025 (vedi art. 12.2, pag. 27, del CSA) si chiede di confermare che i risultati di analisi saranno ammessi sotto forma di Rapporto di prova. 3) Con riferimento al requisito di esecuzione di cui allart. 1 del CSA, ovvero possesso della SOA OS20B per lattività secondaria dei lavori, si chiede di confermare che, come previsto dallex art. 90 del DPR207/2010 in caso di lavori di importo inferiore a 150.000,00, il requisito possa essere dimostrato anche con i seguenti requisiti: a) Aver svolto lavori analoghi eseguiti direttamente nel quinquennio antecedente la data di pubblicazione del bando non inferiore allimporto del contratto da stipulare; b) Aver sostenuto un costo complessivo per il personale dipendente non inferiore al 15% dellimporto dei lavori eseguiti nel quinquennio antecedente la data di pubblicazione del bando; nel caso in cui il rapporto tra il suddetto costo e limporto dei lavori sia inferiore a quanto richiesto, l'importo dei lavori è figurativamente e proporzionalmente ridotto in modo da ristabilire la percentuale richiesta; limporto dei lavori così figurativamente ridotto vale per la dimostrazione del possesso del requisito di cui alla lettera a); c) Essere in possesso di adeguata attrezzatura tecnica. RISPOSTA A QUESITO 22 1) Come già precisato nella risposta al quesito 2 nei servizi oggetto di gara non è presente alcuna bonifica bellica. 2) Come previsto dal CSA i risultati delle analisi svolte devono essere presentati nella forma di certificati di analisi da redigersi nelle correnti forme e modi di legge. 3) Si conferma la possibilità di partecipare con il possesso dei requisiti di cui allart. 90 del DPR 207/2010
  • Pubblicato il 02/02/2024
    Risposta a quesiti 21 - QUESITO 21 Nonostante quanto da voi indicato nella RISPOSTA AL QUESITO 1, per cui abbiamo iniziato a compilare nuova offerta a Portale in data successiva, nella Busta Offerta Tecnica, visualizziamo solo i campi compilabili, ma non troviamo campi dove inserire i file relativi ai criteri dellofferta tecnica RISPOSTA A QUESITO 21 Di seguito la risposta ricevuta in merito al quesito dal gestore della piattaforma di e-procurement, interpellato da questa stazione appaltante: "I campi compilabili nella busta tecnica sono presenti in quanto sono stati inseriti dei criteri di valutazione nella sezione del modulo Appalti "Criteri di valutazione". L'operatore, dopo aver compilato questi campi, deve generare il pdf dell'offerta tecnica e nella pagina successiva in cui allega questo pdf firmato digitalmente, può allegare in aggiunta anche altri file"
  • Pubblicato il 02/02/2024
    Risposta a quesiti 20 - QUESITO 20 In relazione al punto 6.3 del Disciplinare di Gara "Requisiti di capacità tecnica e professionale", si chiede se sia possibile indicare anche servizi analoghi svolti e conclusi nell'anno 2023. RISPOSTA A QUESITO 20 E' possibile indicare servizi analoghi svolti fino alla data di pubblicazione del bando di gara
  • Pubblicato il 02/02/2024
    Risposta quesiti 19 - QUESITO 19 Riguardo le prove accreditate (secondo la norma UNI ENSO/IEC 17025/2005) previste per la partecipazione alla gara, è possibile sub-appaltare il parametro GRANULOMETRIA ad altro laboratorio accreditato essendo che tale prova è l'unica che il ns. laboratorio non ha accreditata? RISPOSTA A QUESITO 19 Si, è possibile
  • Pubblicato il 02/02/2024
    Risposta a quesiti 18 - QUESITO 18 In riferimento a quanto riportato all'art. 5 del capitolato: "All'atto della redazione del certificato di ultimazione dei lavori il RUP dà avviso al sindaco o ai sindaci del comune nel cui territorio si eseguiranno i lavori, i quali curano la pubblicazione di un avviso contenente l'invito per coloro i quali vantino crediti verso l'esecutore per indebite occupazioni di aree o stabili e danni arrecati nell'esecuzione dei lavori, a presentare entro un termine non superiore a 60 giorni le ragioni dei loro crediti e la relativa documentazione. []". In merito alle indebite occupazioni di aree, si chiede di indicare le criticità presenti nel tratto di litorale nel quale devono essere eseguiti i campionamenti, dal momento che non sono particolareggiate nella Relazione Tecnica. Si chiede pertanto cortesemente di elencare e dettagliare le singole aree soggette a concessioni, o ad occupazioni, nelle quali si siano sviluppate attività turistiche o soggette ad altri interessi, confermando per altro che siano tutte ricadenti nel Comune di Bernalda. RISPOSTA A QUESITO 18 Le aree di intervento, peraltro puntuali e localizzate, sono messe a disposizione dell'appaltatore ad opera della stazione appaltante
  • Pubblicato il 31/01/2024
    Risposta a quesito 17 - QUESITO N. 17 1) In riferimento al requisito di capacità tecnica e professionale di cui al punto 6.3 del disciplinare, si chiede se con esecuzione negli ultimi tre anni di servizi analoghi si intenda che ciascun servizio analogo deve avere un importo minimo di 200.000,00, oppure se cumulativamente l'importo dei servizi analoghi svolti negli ultimi tre anni sia almeno pari a 200.000,00. 2)Si chiede conferma che la prestazione secondaria relativa all'esecuzione lavori possa essere completamente subappaltata a ditta in possesso di idonea qualificazione (categoria OS20B), rappresentando la qualificazione un requisito di esecuzione, e non di partecipazione alla procedura. 3) In merito al criterio 3 CERTIFICAZIONI dell'offerta tecnica, si chiede conferma che, come indicato nella tabella al punto 18.1, sia un criterio tabellare e non discrezionale (i concorrenti possiedono o non possiedono tali certificazioni, per cui viene attribuito un punteggio fisso) e che pertanto, per chi possiede tale/i certificazione/i, la sezione sia composta esclusivamente da copia autenticata della certificazione o apposito atto notorio del legale rappresentante della società che ne autodichiara il possesso, indicandone gli estremi e i recapiti dell'organismo di certificazione. RISPOSTA A QUESITO N. 17 1)Occorre aver svolto negli ultimi tre anni servizi analoghi per un importo minimo complessivo di 200.000,00; 2)L'esecuzione della parte relativa ai lavori può essere subappaltata. 3)Si rimanda a quanto prescritto in merito dal punto 16 del disciplinare di gara relativamente al CRITERIO 3 CERTIFICAZIONI.
  • Pubblicato il 31/01/2024
    Risposta a quesito 16 - QUESITO N. 16 Nella domanda di partecipazione alla lett. E "Requisiti di ordine speciale", si chiede all'operatore economico di dichiarare il possesso di attestazione S.O.A., tuttavia dal disciplinare di gara l'attestazione S.O.A. non risulta essere un requisito necessario. Pertanto, si chiede se sia possibile eliminare con interlinea la parte relativa all'attestazione S.O.A. dalla domanda di partecipazione e, quindi, si chiede conferma circa la non necessarietà del suddetto requisito RISPOSTA A QUESITO N. 16 Nella domanda di partecipazione la sezione di cui alla lettera E deve essere compilata solo se l'operatore economico è in possesso di attestazione SOA, non essendo il possesso della medesima richiesto come requisito necessario per la partecipazione alla gara.
  • Pubblicato il 29/01/2024
    Risposta a quesiti 14 e 15 - QUESITO 14 E 15 I due quesiti sono di identica formulazione: Al punto 18 del computo metrico ARPAV 2.600.16 quantifica per n. 79 campioni quanto segue: Preparazione dei campioni - Preparazione estratto purificato per ricerca contemporanea di IPA, PCB, PCDD e PCDF. Le analisi IPA sono, però, 316 come riportato al punto 40 ANAS IG.007.002.011.11.05. Per gli altri parametri indicati invece c'è corrispondenza nel numero dei 79 campioni, anche se nella Relazione tecnica aggiornata considera i PCB su tutti i punti. - Nella Relazione tecnica aggiornata al punto 18.1 pag. 44 indica le ANALISI PREVISTE SUI SEDIMENTI (che nel computo metrico si suppone corrisponda ai Suoli e sottosuolo) ci sono dei parametri differenti rispetto al computo: Ci sono in più: - pH - Peso specifico - Alluminio - Ferro In meno: - Antimonio - Berillio - Cobalto - Selenio - Tallio - PCT. L'amianto c'è a pag. 36 ma in seguito a pag. 44 non compare nell'elenco analiti. Se poi si va a pag. 59, c'è una tabella con i limiti di quantificazione da raggiungere, ma i parametri variano ancora (ci sono ad esempio i BTEX mai citati precedentemente, né nella relazione, né nel computo). Differenze tra gli analiti indicati in relazione e computo metrico sono presenti anche per le acque di falda (ad esempio i metalli, i quali sono presenti in relazione ma non nel computo, viceversa per la microbiologia). Altresì, relativamente ai punti da computo metrico n. 50-51-52, l'analisi di muffe e lieviti consiste in una conta dopo estrazione (per campioni solidi) e coltura su agar, senza identificazione di singole specie, pertanto i parametri "Muffe, lieviti" e "Muffe spp, lieviti spp" indicati nella lista sono coincidenti. Si chiedono pertanto delucidazioni in merito a quanto rilevato sopra. RISPOSTA A QUESITI 14 E 15 Le quantità previste in progetto sono riportate nel computo metrico estimativo. Trattandosi di intervento a misura si procederà secondo le indicazioni di dettaglio del Direttore dell'escuzione, nonchè eventualmente da parte degli enti di controllo
  • Pubblicato il 26/01/2024
    Risposta a quesito 13 - QUESITO 13 In relazione alla procedura in oggetto si segnala che le VOCI NEL COMPUTO A PAG. 17 18 VARIE, non trovano corrispondenza e relativa descrizione all'interno della relazione tecnica e/o nelle planimetrie fornite per quanto riguarda l'ubicazione delle prospezioni geoelettriche (tavola 1 e tavola 2) le voci 104 - 105 106 107. Si chiedono, pertanto, delucidazioni a riguardo. RISPOSTA QUESITO 13 Le prospezioni geoelettriche saranno localizzate secondo le indicazioni del Direttore dell'esecuzione in fase di esecuzione
  • Pubblicato il 26/01/2024
    Risposta a quesito 12 - QUESITO 12 Se un laboratorio chimico ha tutti i parametri ritenuti prioritari accreditati Accredia così come richiesto dalla stazione appaltante, ad eccezione del solo parametro PCB nelle acque (il parametro PCB nei terreni è accreditato), essendo le diossine ed i PCB considerate sostanze chimiche tossiche persistenti con proprietà tossicologiche molto simili tra loro è possibile considerare anche come prova prioritaria ai fini del rispetto dei requisiti richiesti dalla stazione appaltante (in sostituzione dei PCB in una sola matrice) il parametro diossine in entrambe le matrici (acque e terreni)? P.S.: Si precisa che la determinazione del parametro diossine risulta essere più critica dal punto di vista analitico rispetto al parametro PCB. RISPOSTA QUESITO 12 I requisiti di partecipazione sono quelli indicati nei documenti di gara, come già precisato nella risposta al Quesito 6
  • Pubblicato il 22/01/2024
    Risposta a quesiti 11 - QUESITO 11 Le sezioni da prelevare per ogni carota campionata sugli arenili e sulla spiaggia che saranno sottoposte ad analisi sono: Ipotesi a) le sezioni 0-50 cm, 50-100 cm, 100-150 cm e 150-200 cm di tutte le carote prelevate come riportato nel "Capitolato speciale d'appalto" al punto - 12.2 modalità di campionamento (pag. 24) oppure Ipotesi b) le sezioni 0-50 cm, 75-100 cm e 175-200 cm di tutte le carote prelevate, e le sezioni 50-75 cm, 100-125 cm, 125-150 cm e 150-175 cm del 10% del totale come riportato nel file della "Relazione tecnica" al punto - 15.0 Strategia di campionamento degli arenili (pag. 39)? RISPOSTA A QUESITO 11 Le sezioni da prelevare per ogni carota campionata sull'arenile e sulla spiaggia da sottoporsi ad analisi sono quelle indicate nel Capitolato Speciale d'Appalto, salvo specifiche indicazioni del direttore dell'esecuzione
  • Pubblicato il 22/01/2024
    Risposta a quesiti 10 - QUESITO 10 Si richiedono chiarimenti in merito al diametro dei tubi piezometrici da impiegare: da 3'' oppure da 4''? RISPOSTA A QUESITO 10 Come indicato nei documenti di gara il diametro del tubo piezometrico da impiegare è pari a 3", salvo specifiche indicazioni del direttore dell'esecuzione
  • Pubblicato il 22/01/2024
    Risposta a quesito 9 - QUESITO 9 Si richiede di specificare la profondità di investigazione dei sondaggi da attrezzare a piezometro con annesso schema costruttivo degli stessi, indicazione non presente nei documenti di gara. RISPOSTA A QUESITO 9 Nel computo metrico estimativo di gara è prevista una lunghezza complessiva dei sondaggi da attrezzare a piezometri pari a 99. Dal momento che i sondaggi piezometrici previsti sono 11, la profondità media è pari a 9, salvo specifiche indicazioni da parte del direttore dell'esecuzione. Relativamente allo schema costruttivo si rimanda ai contenuti dei documenti di gara
  • Pubblicato il 22/01/2024
    Risposta a quesiti 8 - QUESITO 8 Schema di campionamento prescelto: Ipotesi a) si prevede l'allestimento di n.11 piezometri come riportato nella "Relazione tecnica" al punto - 21.0 Realizzazione piezometri (pag. 47) - con tubi piezometrici in HDPE oppure Ipotesi b) si prevede la realizzazione di n. 8 piezometri come riportato nel "Capitolato speciale d'appalto" al punto - 12.3 Realizzazione di piezometri (pag. 29) utilizzando tubazione in PVC (pag. 31)? RISPOSTA A QUESITO 8 Gli elaborati tecnico-grafici riportano l'indicazione di 11 piezometri così come il computo metrico estimativo. Pertanto, la previsione progettuale da tenere in considerazione è quella contenuta nei succitati documenti di gara dovendo, pertanto, ritenersi la previsione contenuta nel Capitolato Speciale d'Appalto un refuso.
  • Pubblicato il 17/01/2024
    Risposta quesito 7 - QUESITO 7 Visto l'ambito normativo (D.Lgs. n. 152/06 Tab. 1-2) e le matrici ambientali indicate nel "Computo Metrico" e oggetto della presente gara (acque superficiali, sotterranee e terreni), si chiede conferma che per "Granulometria" si intenda la frazione granulometrica (2 mm - 2 cm). RISPOSTA A QUESITO 7 Con riferimento al quesito formulato ci si rimette alle previsioni progettuali previste negli atti di gara ed in particolare alle specifiche voci previste nel computo metrico
  • Pubblicato il 12/01/2024
    Risposta quesito 6 - QUESITO 6 Riguardo l'accreditamento 17025, si richiede accreditamento su tutti i parametri da analizzare? RISPOSTA A QUESITO 6 Ci si rimette a quanto previsto dall'art. 31.0 della relazione tecnica di progetto: "I laboratori privati dovranno possedere l'accreditamento, secondo la norma UNI EN SO/IEC 17025/2005, almeno per le determinazioni dei parametri prioritari, relativo alla matrice specifica dei campioni da analizzare. Sono considerati prioritari i seguenti parametri: granulometria, metalli, IPA, PCB, idrocarburi"
  • Pubblicato il 12/01/2024
    Risposta quesito 5 - QUESITO 5 La gara è per l'appalto di servizi di caratterizzazione ma in offerta tecnica vengono richiesti servizi di riqualificazione antisismica: si tratta di un refuso? RISPOSTA A QUESITO 5 Vedi risposta al quesito 1
  • Pubblicato il 12/01/2024
    Risposta quesito 4 - QUESITO 4 Il punto 16 del disciplinare di gara riporta elementi di valutazione per l'attribuzione del punteggio che appartengono ad attività non attinenti alloggetto di gara RISPOSTA A QUESITO 4 Vedi risposta al quesito 1
  • Pubblicato il 12/01/2024
    Risposta quesito 3 - QUESITO 3 Con riferimento allart. 3 del Disciplinare di gara non viene indicato il CCNL di riferimento del Bando. E sufficiente fare una dichiarazione indicando quello applicato dalla nostra Società? RISPOSTA A QUESITO 3 Si è sufficiente dichiarare il CCNL applicato dall'operatore economico concorrente.
  • Pubblicato il 12/01/2024
    Risposta quesito 2 - QUESITO 2 Con riferimento alle attività di analisi di laboratorio: -Si chiede di confermare che l'attività di bonifica bellica NON sia tra quelle attinenti alla presente procedura -In merito alle acque superficiali marine si chiede di indicare: a) che tipo di natante debba essere considerato; b) quale sia la distanza da raggiungere per il campionamento -Si chiede di confermare che l'attività di analisi ecotossicologica citata nel Disciplinare sia un refuso dato che non presente nel computo metrico poi per la quotazione e soprattutto non attinente alla matrice in questione (terreni). Si chiede quindi conferma che le matrici da gestire siano terreni, acque di falda e superficiali RISPOSTA A QUESITO 2 1)Nei servizi oggetto di gara non è presente alcuna bonifica bellica. 2)a) non vi è alcuna specificazione del tipo di natante da utilizzarsi, è dunque ammesso l'utilizzo di qualsiasi tipologia, purchè idonea allo scopo; b) ci si rimette a quanto indicato nelle tavole grafiche di progetto; 3)Ogni eventuale riferimento nel disciplinare di gara a analisi ecotossicologica è da ritenersi un refuso e, quindi, non occorre tenerne conto.
  • Pubblicato il 12/01/2024
    Risposta quesito 1 - QUESITO 1 Con riferimento all'art. 16 OFFERTA TECNICA del Disciplinare di gara abbiamo riscontrato numerosi refusi e/o parti a nostro parere non attinenti alla procedura di gara e alle attività di caratterizzazione ambientale in oggetto. Ci riferiamo, in particolare, ai seguenti criteri e sub-criteri di valutazione: Criterio 1, punto a) Caratteristiche desunte da un numero massimo di tre servizi analoghi svolti (max 15 punti). Per servizi analoghi non possono ritenersi attinenti quelli indicati ovvero progettazioni definitive o esecutive di adeguamento strutturale e riqualificazione antisismica, nell'ultimo quinquennio Criterio 2, punto a) Metodologia di effettuazione del servizio in appalto (max 15 punti). Si indica: Oltre alla relazione dovrà essere compilato e inserito nell'offerta tecnica il documento editabile, denominato offerta di gestione informativa, presente in piattaforma tra i documenti di gara. Non si rileva alcun documento a Portale e nella documentazione di gara, né risulta attinente al presente bando la gestione informativa Criterio 2, punto b) Attività complementari proposte dal concorrente (max 15 punti). Non sembra attinente alla presente procedura quanto riportato (verifiche su elementi non strutturali, elaborazioni, analisi e modellazioni software supplementari, metodologie e strumenti informatici e tecnologici che consentono maggiore attendibilità dei risultati conseguenti all'attività di verifica (documentata da offerte commerciali), documentazione integrativa rispetto a quella prevista sul disciplinare e riguardante il rilievo e la ricostruzione storico - critica dei fabbricati oggetto di indagine. con il fine di ottimizzare il costo di riqualificazione, futura manutenzione delle strutture e gestione lungo l'intero ciclo di vita delle strutture verificate) Criterio 2, punto c) Proposte relative alla gestione di specifiche problematiche connesse all'esistenza di vincoli ed interferenze (max 10 punti). Non sembra attinente alla presente procedura quanto riportato (soluzioni che il concorrente intenderà adottare al fine di ridurre e mitigare le problematiche derivanti dalla possibile insorgenza di vincoli o dalla potenziale presenza di interferenze). Infine segnaliamo che a Portale, nella Busta Offerta Tecnica sono presenti solo dei campi compilabili (con numero massimo di battute) ma non c'è la possibilità di inserire file. RISPOSTA A QUESITO 1 Inizialmente si precisa che sul Portale nella Busta Offerta Tecnica sono stati inseriti i campi ove caricare i file e che, nel caso un concorrente abbia già iniziato a compilare detta offerta, deve necessariamente produrre nuova offerta per poter visionare i nuovi campi. Inoltre, avendo riscontrato alcuni refusi nell'articolo 16 del disciplinare di gara, il medesimo articolo deve intendersi riformulato nel modo che segue, sostituendo in toto la versione precedente: 16 OFFERTA TECNICA L'operatore economico inserisce la documentazione relativa all'offerta tecnica nella Piattaforma secondo le modalità dalla medesima previste a pena di inammissibilità dell'offerta. L'offerta è firmata secondo le modalità previste al precedente punto 15.1 e deve contenere, a pena di esclusione, i seguenti documenti: CRITERIO 1 - PROFESSIONALITA E ADEGUATEZZA DELLOFFERTA (criterio a valutazione discrezionale: max 30 punti). Il concorrente dovrà produrre una relazione che dimostri la professionalità e l'adeguatezza dell'offerta. La relazione dovrà essere composta da massimo 15 fogli A4 (solo fronte numerati da 1 a 15), con interlinea 1,5 carattere Times New Roman di dimensione 11. Ulteriori fogli rispetto a quanto indicato non saranno oggetto di valutazione. In ogni caso eventuali difformità dagli standard in precedenza indicati nella redazione e presentazione delle relazioni determineranno una riduzione del 5% sul punteggio assegnato dalla Commissione di Valutazione. Sono esclusi dal conteggio eventuali indici e sommari, i curricula delle figure professionali specialistiche previste e l'elenco dei servizi analoghi svolti. In particolare, dovranno essere evidenziati gli aspetti relativi a: a. Caratteristiche desunte da un numero massimo di tre servizi analoghi svolti (max 15 punti). Criteri motivazionali ed elementi di valutazione. Saranno oggetto di valutazione le modalità di espletamento di tre servizi analoghi svolti, ovvero di prelievo ed analisi di sedimenti, acque sotterranee e acque superficiali, nell'ultimo quinquennio e ritenuti dal concorrente significativi della propria capacità a eseguire la prestazione sotto il profilo tecnico. La Commissione riterrà più adeguate quelle offerte la cui documentazione consenta di stimare, per più aspetti, il livello di specifica professionalità si riterranno più adeguate quelle offerte la cui documentazione consenta di verificare che il concorrente ha effettuato servizi affini a quelli in gara. b. Caratteristiche desunte dalla struttura tecnico operativa messa a disposizione per lo svolgimento del servizio (max 15 punti). Criteri motivazionali ed elementi di valutazione. Saranno oggetto di valutazione l'elencazione e l'articolazione di tutte le risorse umane e strumentali messe a disposizione per lo svolgimento del servizio. Si valuterà l'organigramma del gruppo di lavoro e la descrizione delle funzioni con riferimento all'organizzazione operativa in relazione al cronoprogramma indicato. L'organizzazione dovrà essere descritta attraverso l'illustrazione dei sottoelencati elementi: -Organigramma del gruppo di lavoro con riferimento alle figure professionali e loro collaboratori in relazione alle fasi attuative della prestazione; -Elencazione dei professionisti responsabili dell'espletamento delle varie parti del servizio, relativi curricula in formato europeo, e indicazione della posizione di ciascuno nella struttura dell'offerente; -Descrizione della struttura di project management (SPM) dedicata che farà da interfaccia con la stazione appaltante, attraverso la definizione dell'organigramma funzionale aziendale, con la specifica dei compiti, responsabilità e disponibilità temporali di ciascun ruolo indicato. -Modalità, organizzazione e cronoprogramma interventi. -Sarà attribuita premialità al possesso di competenze multidisciplinari se confacenti all'oggetto d'appalto. CRITERIO 2 - CARATTERISTICHE METODOLOGICHE DELL'OFFERTA DESUNTE DALLE MODALITA' DI SVOLGIMENTO DELLE PRESTAZIONI OGGETTO DI INCARICO (criterio a valutazione discrezionale: max 40 punti) Il concorrente dovrà produrre una relazione che illustri le caratteristiche metodologiche dell'offerta desunte dalle modalità di svolgimento delle prestazioni oggetto di incarico. La Relazione dovrà essere composta da massimo 15 fogli A4 (solo fronte numerati), con interlinea 1,5 carattere Times New Roman di dimensione 11. Ulteriori fogli rispetto a quanto indicato non saranno oggetto di valutazione. In ogni caso eventuali difformità dagli standard in precedenza indicati nella redazione e presentazione delle relazioni determineranno una riduzione del 5% sul punteggio assegnato dalla Commissione di Valutazione. Sono esclusi dal conteggio eventuali indici e sommari e/o schede tecniche. a. Metodologia di effettuazione del servizio in appalto (max 15 punti). Criteri motivazionali ed elementi di valutazione. Saranno oggetto di valutazione le proposte del concorrente tese a illustrare l'impostazione e l'articolazione delle varie fasi attuative della verifica in gara. In particolare il concorrente dovrà illustrare la tipologia di approccio adottata per l'esecuzione delle indagini, dei rilievi strumentali e delle azioni conoscitive sia in relazione alle tipologia di analisi da svolgere sia con riguardo all'articolazione temporale delle varie fasi previste evidenziando, fra le altre cose, le modalità di interazione con la Committenza in tutte le fasi del servizio al fine di garantire una costante qualità della prestazione fornita e la tipologia e la quantità di dotazioni informatiche e strumentali messe a disposizione. b. Attività complementari proposte dal concorrente (max 15 punti) Criteri motivazionali ed elementi di valutazione. Saranno oggetto di valutazione attività complementari rispetto a quelle già previste nel disciplinare tecnico, a titolo esemplificativo ma non esaustivo: ulteriori indagini, prove e approfondimenti conoscitivi, elaborazioni, analisi e modellazioni software supplementari, metodologie e strumenti informatici e tecnologici che consentono maggiore attendibilità dei risultati conseguenti all'attività di verifica, documentazione integrativa rispetto a quella prevista sul disciplinare, nonchè ulteriori proposte formulate dal concorrente aderenti con le finalità del presente elemento di valutazione. c. Proposte relative alla gestione di specifiche problematiche connesse all'esistenza di vincoli ed interferenze (max 10 punti) Criteri motivazionali ed elementi di valutazione. Saranno oggetto di valutazione le soluzioni che il concorrente intenderà adottare al fine di ridurre e mitigare le problematiche derivanti dalla presenza di vincoli o di interferenze nell'ambito delle attività di istituto svolte dal personale utente entro i comprensori oggetto di verifica. In particolare saranno valutate tutte le azioni concorrenti alla riduzione di qualsiasi tipo di impatto sulle aree di intervento (riduzione al minimo di macchinari pesanti, su ruote, emissioni in atmosfera, emissioni sonore, ecc.). CRITERIO 3 - CERTIFICAZIONI (criterio a valutazione discrezionale: max 10 punti) Dovranno illustrare il possesso delle certificazioni. La Relazione dovrà essere composta da massimo 2 fogli A4 (solo fronte), con interlinea 1,5 carattere Times New Roman di dimensione 11. Ulteriori fogli rispetto a quanto indicato non saranno oggetto di valutazione. In ogni caso eventuali difformità dagli standard in precedenza indicati nella redazione e presentazione delle relazioni determineranno una riduzione del 5% sul punteggio assegnato dalla Commissione di Valutazione. Sono esclusi dal conteggio eventuali indici e sommari, schede tecniche ed elaborati grafici Possesso certificazioni (max 10 punti) Criteri motivazionali ed elementi di valutazione Sarà oggetto di valutazione il possesso delle certificazioni in corso di validità, in capo all'operatore Economico del tipo: - ISO 9001 (5 punti) - ISO 45001 (5 punti) In caso di raggruppamento, verrà attribuito il punteggio solo in caso in cui il/i certificato/i siano in possesso della mandataria. Per la valutazione di tale criterio andrà prodotta copia autenticata della certificazione o apposito atto notorio del legale rappresentante della società che ne autodichiara il possesso, indicandone gli estremi e i recapiti dell'organismo di certificazione. L'offerta tecnica deve rispettare, pena l'esclusione dalla procedura di gara, le caratteristiche minime stabilite nei documenti di gara, nel rispetto del principio di equivalenza. L'operatore economico che adotta un CCNL diverso da quello indicato all'articolo 3 inserisce la dichiarazione di equivalenze delle tutele e l'eventuale documentazione probatoria sulla equivalenza del proprio CCNL nella sezione della piattaforma relativa all'offerta tecnica. L'operatore economico allega una dichiarazione firmata contenente i dettagli dell'offerta coperti da riservatezza, argomentando in modo congruo le ragioni per le quali eventuali parti dell'offerta sono da segretare. Il concorrente a tal fine allega anche una copia firmata della relazione tecnica adeguatamente oscurata nelle parti ritenute costituenti segreti tecnici e commerciali. Resta ferma, la facoltà della stazione appaltante di valutare la fondatezza delle motivazioni addotte e di chiedere al concorrente di dimostrare la tangibile sussistenza di eventuali segreti tecnici e commerciali.

[ Torna all'inizio ]